SOS RICCI

Ricci & Capricci? Non più! Con questi consigli saranno perfetti anche a casa

È ufficialmente possibile, basta solo avere pazienza e conoscere i trucchi del mestiere

Alessandra Nido

Adolescenza trascorsa a sognare di avere la frangetta, sveglia puntata ore prima per passare la piastra, cercando di tramutare la chioma in un perfetto liscio spaghetto, stirature chimiche applicate come se fossero crema per il viso: la vita di una donna con i capelli ricci è costellata di questi e altri miliardi di momenti “sfidanti”, perché ammettiamolo, non è mica facile.
Se è vero che chi è liscia vuole essere riccia e viceversa, non si parla di falsità quando si ammette che la cura e l’attenzione da dedicare ai capelli naturalmente-più-che-mossi è qualcosa di difficile, complesso, che richiede molto, troppo tempo… e non stiamo manco a scomodare il Sacro Graal qui, eh.

L’attesa però è finita: avere capelli ricci perfetti tutti i giorni si può, bisogna solo avere pazienza e conoscere i trucchi del mestiere.

1.  Lo shampoo giusto: una benedizione!
I capelli ricci hanno bisogno di nutrimento, in ogni step della vostra hair routine. I prodotti contenenti solfati e siliconi sono la kryptonite di qualsiasi donna riccia: detto in altre parole dimenticateli, e ricordate che quelli naturali non solo renderanno la chioma pulita più a lungo, ma aiuteranno ad averla anche forte e sana. Volete testare una delle ultime tendenze? Provate il co-washing: si tratta di una tecnica che prevede l’utilizzo del solo balsamo per lavare i capelli (al posto del normale shampoo) massaggiandolo con i polpastrelli su cute e scalpo. Negli Stati Uniti non possono più farne a meno!

2. Balsamo e maschera: quanto usarne? In che dosi?
Non esiste al mondo una donna riccia senza un balsamo: i capelli ricci, infatti, sono impossibili da districare se non con l’aiuto di un prodotto apposito. A ogni lavaggio è quindi necessario applicarlo dalle radici alle punte e, trascorsi cinque minuti, iniziare a districare le chiome con l’aiuto di un pettine a denti larghi (dite addio alla spazzola!) o, ancora meglio, direttamente con le dita.  La maschera è un altro prezioso alleato: da utilizzare almeno due volte al mese al posto del balsamo, rappresenta la coccola perfetta per idratare in modo corposo la capigliatura. Da non dimenticare che, come per tutti gli altri prodotti, scegliere una maschera naturale è d’obbligo.

3. Prodotto styling: quando applicarlo?
Crema, gel, spray, balsamo senza risciacquo: in commercio le tipologie di prodotti per lo styling dei capelli ricci sono davvero tante e con diverse modalità di utilizzo. L’unica cosa da sapere, a prescindere dalla texture del prodotto, è che il momento migliore per applicarlo è quando i capelli sono ancora completamente bagnati, proprio dopo l’ultimo risciacquo.

4. Come li asciugo?
Ecco la domanda da un milione di dollari: il diffusore è davvero così importante? La risposta è sì, ma anziché fondamentale, possiamo considerarlo un ottimo piano B. Perché il metodo migliore per far asciugare i ricci è senza fonti di calore, tamponandoli dopo averli lavati con un asciugamano in micro fibra o un turbante. Una delle tecniche più efficaci per avere ricci definiti è quella del plopping, che vede protagonista una t-shirt come alleato per l’asciugatura. Una volta distesa, raggruppate al centro i capelli, chiudete la maglietta arrotolando le due estremità laterali e poi unitele con un nodo sulla nuca. Il tempo di posa previsto varia fra le due e le tre ore, ma valutate anche la possibilità di dormirci… magari in stagioni come la primavera o l’estate!

5. E… il giorno dopo?
Uno dei grandi difetti dei capelli ricci è che il primo giorno sono una favola, che dal secondo in poi rischia di trasformarsi in un incubo. Uno dei migliori amici di una donna riccia è sicuramente la fodera del cuscino in seta o raso: questi tessuti sono eccezionali per evitare che i capelli si elettrizzino e diventino secchi. Inoltre, un modo assai efficace per rinfrescare i ricci fra un lavaggio e l’altro, è quello di munirsi di uno spray contenente acqua: applicarlo a testa in giù mentre si aprono i ricci con le dita sarà un vero e proprio trattamento di bellezza, veloce e smart.

Alessandra Nido

Beauty editor, lipstick addicted, divora serie TV.