SPORT & HAIR CARE

Come prendersi cura dei capelli prima, durante e dopo lo sport

Sono spesso più nemici che amici: ecco un piccolo vademecum per preservare la bellezza della chioma nonostante i lavaggi frequenti e il sudore

Francesca Pelucchi

Fare sport fa bene: attiva l’endorfine che ci rendono subito più felici, aiuta a eliminare le tossine dal nostro corpo con effetto detox immediato e ci fa rimanere in forma. Ma siamo sicuri che faccia bene anche ai nostri capelli? L’abbiamo chiesto a Gianni Rando, titolare e hair stylist del salone Gianni Rando di Modica, Ragusa.

«Che si abbiano capelli corti o lunghi, la prevenzione in fatto di bellezza estetica e curativa è fondamentale per ogni donna, ancora di più se si fa sport sottoponendo i capelli a un forte stress a cui non sono abituati. Facciamo subito un distinguo: se si praticano sport all'aria aperta, dove il capello è sottoposto all’aggressione degli agenti atmosferici come caldo, freddo, aria, pioggia e allo smog, io consiglio di utilizzare, per esempio, prodotti ricchi di complessi vitaminici, proprio per dare energia, rinforzare la chioma e preservarne la lucentezza. Il nemico numero uno, invece, di chi va in piscina è il cloro: questo, infatti, oltre a inaridire i capelli, favorisce in modo indesiderato il rilascio del colore e i capelli possono risultare opachi e si sfibrano. Il suggerimento, quindi, è affidarsi all’argan, il migliore fra gli olii che si trovano nei prodotti per capelli e scegliere shampoo e maschere o conditioner che aiutino a mantenere più a lungo e più brillante il colore».

Un altro nemico della bellezza dei capelli sarà poi di certo il sudore, no? «Il sudore non è proprio un toccasana. Anzi, se rimane per lungo tempo a contatto con i capelli, altera il ph naturale e può innescare reazioni cutanee, allergie e l’ostruzione dei bulbi piliferi. Ovviamente è impossibile non sudare, ma usare una fascia, ad esempio, è un buon escamotage perché assorbe il sudore ed evita che questo scenda sulla fronte. Cercare di legare i capelli durante le attività è una buona norma, ovviamente non in modo troppo stretto, evitando pinze e mollettoni, ma scegliendo elastici morbidi e che evitino di stringere i capelli provocando pure il mal di testa».

E dopo lo sport, come comportarsi? «Dopo lo sport è certamente necessario ridare ai capelli stressati ristrutturazione, nutrimento e splendore. Qui vengono in aiuto i semi di lino, ad esempio, ottimi alleati per chi cerca una soluzione fast, ma efficace. Si possono trovare nello shampoo e in maschera fortemente ristrutturanti, così come nei trattamenti leave in successivi. Applicare dell’olio di semi di lino sui capelli umidi prima della piega, o anche a capelli asciutti, ridarà vita alla chioma e la preserverà da stress ulteriori». 

I CONSIGLI IN PIÙ

«Durante l’attività sportiva è spesso necessario legare i capelli ma, dopo il lavaggio e nelle ore successive, consiglio di evitare ulteriori acconciature, affinché il capello respiri e si riossigeni completamente. Altro trucchetto: soprattutto per chi lava i capelli di frequente, e chi fa sport ne è un esempio, almeno una volta a settimana consiglio uno shampoo a capello asciutto da lasciare in posa qualche minuto e risciacquare, per poi procedere con un secondo shampoo. Questo perché il primo funge da peeling, portando in superficie il sebo in eccesso, mentre il secondo elimina lo sporco». 

Francesca Pelucchi

Ama la bellezza in tutte le sue forme.