SALONE

Design Week 2018: tutti gli eventi imperdibili

Dal 17 al 22 aprile Milano si apre al consueto appuntamento più amato a livello internazionale: ecco tutto quello che c’è da vedere

Chiara Monateri

Ogni anno in primavera arriva a Milano l’evento che mette d’accordo tutti, dagli studenti agli architetti, dai fashion addicted ai curiosi, dai milanesi ai giapponesi. Il Salone del Mobile accende eventi a catena in tutte le zone della città, soddisfacendo la sete di design, d’arte, di comunicazione, di gioco e anche di aperitivo, momento da sempre celebrato nella capitale meneghina. Abbiamo messo insieme tutti gli eventi imperdibili per aiutarvi a divertirvi il più possibile senza perdere la bussola (che dopo qualche drink, potrebbe anche succedere).

Design Pride

Design Pride + Party di Piazza Affari
La festa più pop della Design Week si terrà il 18 aprile dalle 18 ale 24. La partenza sarà in Piazza Castello (angolo via Minghetti) e culminerà in Piazza Affari dove il party continuerà per tutta la serata. Seletti, in collaborazione con l’agenzia Paridevitale invaderà le 5VIE per il terzo anno consecutivo con una street parade che celebrerà la creatività ed il design con un corteo di carri, musica, balli e performance. Coinvolti nella grande festa ci saranno anche Toiletpaper, Gufram, Heineken, Saviola, Hospitality Truck e gli studenti dello IED.

Il tram 1928 diventa il Tram Corallo grazie all'artista Cristina Celestini / Fuorisalone.it

Tram Corallo di Cristina Celestini
Lo storico tram 1928 verrà trasformato da Cristina Celestini durante tutta la durata della Design Week in un inedito salotto da viaggio tra le vie del Brera Design District. L’ideale “Cinema Corallo”, ispirato al tema del viaggio, è nato dalle richieste da parte della stampa internazionale e degli influencer di poter vivere, da un lato, nuove esperienze legate al tema del design e degli interni e, dall’altro, di poter conoscere la città di Milano con il suo fascino discreto. All’interno del tram, in cui si respirerà un’atmosfera retrò, ci saranno due zone: quella del foyer e, dietro una tenda, quella intima del cinema.

Il gioco del Fuorisalone
Per celebrare i suoi 15 anni di attività il Fuorisalone ha creato il proprio gioco da tavolo per ricreare l’esperienza unica della Milano Design Week. Lo scopo del gioco è visitare nel minor tempo possibile il maggior numero di eventi che avvengono in contemporanea, che in effetti è proprio la realtà che si vive durante la settimana del design. Scegliere il miglior percorso e collezionare gli oggetti di design prima degli altri saranno azioni chiave, oltre a fare tutto alla velocità della luce. 

L'allestimento Stranger Pinks presso la villa progettata da Gio Ponti / Fuorisalone.it

Stranger Pinks
Sognate un mondo tutto in rosa? ARTEMEST, la piattaforma di e-commerce per l’alto artigianato italiano in partnership con TED Milano ha organizzato l’allestimento tutto in rosa Stranger Pinks, che celebra la donna ed il suo universo in un contesto milanese unico. Il progetto infatti avrà luogo in una meravigliosa villa progettata da Gio Ponti negli anni ’30, oggi sede di TED. Nella spaziosa terrazza esterna e nei luminosi saloni prenderà vita un mondo stravagante e dipinto di rosa, che ospiterà una ricercata selezione di elementi d’arredo e decoro e creati ad hoc da designer e artigiani ARTEMEST.

 

Al Cortile, Milano

La riapertura di Al Cortile
Uno dei cortili più amati di Milano riapre proprio nella location di via Giovenale dal 17 Aprile, in occasione della Design Week. Oltre a poter godere dei drink all’aria aperta, ci saranno parecchie novità. La Sciura Lella ogni giorno, a partire dalle 19, animerà l’orario dell’aperitivo coi suoi piatti: un inedito incrocio fusion tra cucina milanese e romana. Dalle 21 si potrà assaggiare il nuovo menù del locale, arricchito dalle materie prime di Vertical Farm, ortaggi e verdure di prima scelta nello provenienti dallo spazio di Col di Lana. E per i fan dei cocktail, la partnership con il Doping Club garantirà la presenza di barman stellari a prepararvi drink da sogno.

BASE, Milano

BASE si amplia e regala una mostra (ed un party)
BASE, la location-culto in zona Tortona, ospiterà la mostra a cura di Raumplan Trouble Making. Who’s making the city? Attraverso il lavoro di artisti, fotografi e videomaker, la mostra racconta i fenomeni collettivi di realtà urbana: dall’esplosione dell’attività dei corrieri ai nuovi circuiti del turismo, fino all’home sharing e all’informazione online fai-da-te. Accanto agli effetti delle piattaforme di sharing e delle tecnologie smart, il percorso espositivo comprende un’installazione sulle app di instant messaging come Telegram, un cortometraggio sui city sightseeing bus e un progetto fotografico sui corrieri del food delivery. Il BASE inoltre raddoppia i propri spazi rigenerati, da 6.000 a 12.000 metri quadri, e inaugura con una festa la sera del 17 organizzata dal team di Terraforma.

MI-ORTO, Eataly Smeraldo

MI-ORTO a Eataly Smeraldo
Eataly Smeraldo collabora con una serie di associazioni che sostengono l’agricoltura urbana ed il design ecologico e sociale per questo progetto che ha lo scopo di avvicinare l’agricoltura alla città. Il MI-ORTO di Piazza XXV Aprile sarà un orto condiviso, aperto alla cittadinanza e ai passanti. Uno spazio mobile, auto-gestibile, dove invitare tutte le fasce della popolazione a conoscere l'orticoltura di prossimità. Inoltre si realizzeranno workshop per tutti, dedicati alla costruzione di pocket garden/orti da balcone E si potrà scoprire il valore della bio-diversità, attraverso laboratori e conferenze dedicati. Sarà anche possibile approfondire la conoscenza delle sementi tradizionali (in collaborazione di Slow Food) con cui realizzare il proprio orto a casa.

L’installazione Crystal Rain realizzata in collaborazione con Takahiro Matsuo, artista della luce, accompagna la presentazione del nuovo pianoforte Crystal Grand Piano di Kawai / Fuorisalone.it

L’Asia conquista Milano
Per gli amanti di questo mondo non mancheranno le sorprese. Un inedito pop up store di design thailandese, Enthaily, esibirà curiosità che indicano nuovi stili e tendenze in Via Tortona 5. A pochi passi da zona Tortona si terrà la prima edizione di ASIA DESIGN PAVILION, un progetto coordinato che mostrerà le novità provenienti dall’ universo asiatico, dal Medio al Lontano Oriente. Inoltre, in Via Vigevano, nel famoso spazio pop-up che fu inaugurato da Ikea, apre Tenhoa Milano, concept store di arredo e oggettistica giapponesi che include negozio, ristorante e bar co-working. Non perdete Kawai al Superstudio con l’installazione Crystal Rain, in cui un pianoforte a coda trasparente galleggia su uno specchio d’acqua generando a ogni nota una cascata di luce.

The Diner dell'artista David Rockwell per i 25 anni della rivista Surface / sito Surface

The Diner
Per chi ama la cultura pop All-American, la rivista americana Surface per il suo 25esimo anniversario presenterà, in collaborazione con l’architetto David Rockwell, presso Ventura Centrale, The Diner: interpretazione contemporanea dell’archetipo della cena americana volta a celebrare il design di questo Paese. I quattro ambienti dell’installazione immergeranno in un universo che va dall’Airstream alla East e West Coast. Nella location sarà possibile mangiare, rilassarsi e seguire una serie di talk, ma non solo: la sera The Diner si trasformerà in una disco che ospiterà spettacoli e feste.

L'artista Elena Salmistraro

Don’t call me… Dafne
La designer Elena Salmistraro in occasione della design week reinterpreterà la quercia di Timberland per un progetto che coinvolgerà tutte le donne.
Il noto albero rappresenterà una sorta di madre natura e sarà al centro di un’iniziativa tutta al femminile. Le immagini ed i testi contro le etichette e gli stereotipi giudicati più rappresentativi e condivisi con il messaggio #dontcallme, diventeranno parte dell’opera d’arte. Questa sarà esposta online e poi prenderà vita sotto forma di installazione per tutta la durata della design week in piazza XXV Aprile.

Chiara Monateri

Si interessa di tutto. Intervista chiunque.