FREGOLE

Cinque tendenze street style dalla Milano Fashion Week A/I 2018

Quali sono i trend che ci accompagneranno in questa stagione?

Daniela Zuccotti

Dal 20 al 26 febbraio Milano ha dettato moda. Non solo sulle passerelle, sopra le quali le grandi maison: Gucci, Dolce & Gabbana, Prada, Alberta Ferretti, Fendi, Philosophy di Lorenzo Serafini, Marni, Missoni, Antonio Marras, Max Mara, Salvatore Ferragamo, Moschino, Roberto Cavalli, Emilio Pucci, N.21, Marco De Vincenzo, Tommy Hilfiger, Versace e naturalmente Giorgio Armani hanno mostrato le collezioni del prossimo autunno inverno, ma anche per la strada.
È, infatti, da quasi dieci anni – e soprattutto negli ultimi quattro/cinque – che lo street style, ovvero lo stile della gente che va alle sfilate, ha il potere di creare i trends, influenzare i gusti delle persone - e dei magazine stessi - e in qualche modo anche il prêt-à-porter, designer inclusi.

Tra una sfilata e l’altra abbiamo catturato, fuori dagli show, i look più cool del momento, che, ovviamente, ci hanno lasciato con più di una fregola in bocca.

1. Il trench in tutte le sue salse.
A scacchi come quello di Burberry,  ma anche beige, giallo, nero, marrone, verde bottiglia; o ancora, gessato, damascato, optical, in pelle, in vinile, con inserti in denim, lungo fino alle caviglie, longuette, tre quarti. Da indossare come abito, portare sopra un’overall o con sotto i pantaloni della tuta. Da tenere aperto o da stringere in vita con una cintura a contrasto, oppure con un marsupio. Il trench è una fregola interrail che ci traghetterà fino alla primavera.

2. Strega comanda color…
Rosa, viola, arancione, giallo, verde. Sono questi i colori-fregola che tingono l’inverno. Rosa con viola, viola con rosso, rosso con rosa, rosa con rosa. L’arancione incontra il giallo, il giallo fa l’occhiolino al nero, l’arancione s’innamora del bianco, il beige familiarizza con il giallo. Il verde ama solo se stesso. 

3. Logomania.
Non è una novità ma persiste. Da Fendi a Gucci passando per Off-White, da qualche anno il logo è un segno di appartenenza e popola borse, giubbotti, pellicce, t-shirt, tute, sneakers, felpe, sciarpe e orli dei cappotti. Per la città è tutta una parata di monogrammi, scritte e parole che ondeggiano sul corpo: che sia diventato un nuovo modo di comunicare?

4. Cortina.
Aspettavamo la primavera con ansia e invece ci ha colto un’ondata di gelo. Poco male: al freddo polare la moda risponde con fiumi di pellicce colorate, maculate, intarsiate, piumini bold d’ispirazione 80s, montoni con reverse a contrasto, colli preziosi da appoggiare sopra a una giacca di pelle. E se il freddo non passa, grandi cioccolate calde.

5. Colpo di White.
Il bianco illumina le strade e la pelle. Basta infilare le braccia dentro un morbido piumino o i piedi in un paio di stivaletti. Scommettere su una felpa con il cappuccio o sull’accessorio in tinta con il reverse del soprabito. Tuffarsi nella combo gonna-calze-sneakers, puntare sul maglioncione a coste o su un paio di pantaloni dal finale svolazzante. Vale anche la camicetta bianca e se proprio il bianco non vi esce dalla testa c’è sempre il parrucchiere.

Credit immagine di copertina: 150 UP -  foto di Ivan Marianelli 

Daniela Zuccotti

Content creator, stylist, mamma.