LIDL

Regione che vai, street food che trovi: una guida succulenta al cibo "on the go" italiano

In cerca di un panino? Siete sulla buona via. Vi proponiamo un viaggio alla scoperta delle più popolari specialità di strada italiane

Mariarosaria Bruno

In collaborazione con LIDL

Panini, focacce, pizzette. Morsi golosi, da consumare on the go. Sono tante le specialità street food da scegliere per uno spuntino veloce o per un pasto completo. Prendono per la gola con sapori veraci e profumi genuini, che ricordano la ricetta della nonna o il piatto di casa. Rappresentano un importante (e popolare) aspetto della gastronomia italiana: spesso nascono dalla tradizione contadina, dalla cucina di recupero e del risparmio, e anche dall’uso degli ingredienti locali. Viaggiare per la penisola significa scoprire un vero e proprio caleidoscopio di gusti: un ventaglio di proposte mangerecce, capace di convincere e stuzzicare anche il più severo dei palati. Scommettiamo? Partite con noi, per affrontare un tour che vede protagonisti i sapori del territorio. Vi metteremo sulla buona strada. 

Si comincia con una passeggiata per la campagna e la riviera romagnola, dove la piadina rappresenta un must senza tempo. D'obbligo l'assaggio di questa specialità che mette d'accordo tutti, grandi e piccini. L'impasto, a base di farina, acqua, sale e strutto (o olio extravergine d’oliva, nella versione più light), va a plasmare una sfoglia che si fa più spessa nell’entroterra e sottile sulla costa. Il ripieno? Un classico è la combinazione di squacquerone di Romagna DOP, un formaggio morbido e cremoso, con prosciutto crudo e rucola, ma non mancano tanti abbinamenti fantasiosi. Da provare anche il "crescione", una piadina chiusa come un calzone, farcita con erbette, quindi cotta. Spostandosi in Emilia, invece, troviamo la tigella (per gli amici, crescentina modenese): una tipicità che deve il nome al caratteristico disco di terracotta dove una volta si cuoceva, sulla fiamma viva. Ecco allora un pane piatto e tondo, da farcire a piacere con gli ottimi salumi regionali, ma anche con formaggi o, secondo tradizione, con la cunza, un composto a base di lardo, aglio e rosmarino. 

l'arte dei pizzaiuoli napoletani è stata addirittura riconosciuta come Patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco

A proposito di impasti ripieni, che ne dite di un buon calzone? Si trova in tutta Italia, ma al Sud è un cult assoluto, soprattutto quello con mozzarella e pomodoro. Si assapora caldo, quando il formaggio è ancora filante e fondente al palato. In Puglia, poi, i più golosi non possono perdere la sua versione fritta, il mitico panzerotto, che conta numerosi fan. I lievitati, del resto, rappresentano una grande fetta del cibo di strada made in Italy. Se in Liguria c'è la focaccia genovese, sottile, morbida dentro e croccante fuori, condita con abbondante olio extravergine d’oliva, in Puglia la focaccia barese spopola, con il suo tipico impasto alto, costellato di pomodorini freschi e origano. Ma la regione dove sua maestà il lievito la fa da padrona è la Campania: l'arte dei pizzaiuoli napoletani è stata addirittura riconosciuta come Patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco. Un assaggio della caratteristica pizza a portafoglio, cotta nel forno a legna e ripiegata su se stessa a libretto (condita con pomodoro e, al centro, un pezzo di fiordilatte), o della pizza fritta, la sua versione fragrante e super golosa, è d’obbligo. Si tratta di due specialità che devono la loro fortuna al formato, leggermente ridotto rispetto a quello standard, e alla conseguente possibilità di un pratico consumo per strada. Non a caso, sono nate e si sono diffuse proprio nei vivaci vicoli della città partenopea. 

Dal forno alla padella, il passo è breve. Si tuffano nell'olio bollente anche le delizie ittiche: in tutta l'area mediterranea, il fritto misto di pesce è religione. Spesso accompagnato dalle verdure in pastella—carote, zucchine e, in generale, ortaggi di stagione—prende il nome di cartoccio nella zona di Venezia, dove è protagonista il pesce della Laguna (schie, calamari, acquadelle, sarde, trigliette, sogliole). A Napoli, invece, si parla di cuoppo: il tradizionale cono d’asporto venduto nelle friggitorie, da riempire a piacere con specialità che vanno dal pesce fritto come alici, baccalà, gamberi e calamari, ai fiori di zucca fritti in pastella, dalle crocchette di patate alla mozzarella in carrozza.

Panino con la salsiccia e non solo. Nel centro Italia comandano i sapori di terra. Tra i morsi più sfiziosi, ecco quelli degli arrosticini abruzzesi: i tipici spiedini alla brace, a base di carne di pecora, che rievocano i gesti e i sapori della tradizione pastorale appenninica. Composti da piccoli cubi di carne ovina, pare che siano nati con funzione anti-spreco, per non buttare via nulla dell'animale, comprese le parti vicine alle ossa. Abbrustoliti al punto giusto, impossibile resistere al loro richiamo conviviale, perché uno tira l'altro.

Concludiamo con un buon dolce? Meglio della respirazione bocca a bocca, ecco il re e la regina della pasticceria siciliana, sua maestà il cannolo e la cassatina. Croccante e fragrante il primo, morbida e avvolgente la seconda. Un break zuccherino, a Palermo, capitale dello street food italiano, non può che essere scandito dal loro profumo. Se nel cannolo il ripieno cremoso a base di ricotta e zucchero è custodito da una scorza fritta, friabile e croccante, nella cassata (un dolce che vanta origini antiche, risalenti addirittura al lontano 1300) il composto a base di ricotta e zucchero è ulteriormente addolcito da golose pepite di cioccolato, racchiuso tra pan di Spagna, glassa, frutta candita e pasta di mandorla. Della serie: piccoli morsi per grandi emozioni. Se poi, per le belle e mediterranee strade assolate, vi assale un’improvvisa sete, il consiglio è di cedere alla tentazione di fresche e dissetanti bevande a base di agrumi: dalla cedrata al chinotto, le sfumature aromatiche dei profumati frutti italiani sono tutte da scoprire e… a portata di sorso.

Se anche a voi questo tour ha fatto venire l'acquolina in bocca, cliccate qui per scoprire la nuova linea di LIDL Strada del Gusto, interamente dedicata allo street food italiano. Ce n’è davvero per tutti i gusti!

Credit immagine di copertina e illustrazioni: 150UP

Mariarosaria Bruno

Giornalista, ama la birra, il turchese e il mare.