SURVIVAL FOOD

Hasta la carota siempre! Elogio a un ortaggio incompreso

Versatile, economica e ricca di proprietà benefiche, la carota può essere uno snack light, ma si presta a tante ricette colorate. Ecco 7 idee per usarla in cucina

Mariarosaria Bruno

.I patiti della tintarella si ricordano della sua esistenza quando arriva la bella stagione. La carota, invece, è un ortaggio che non dovrebbe mai mancare in una cucina di sopravvivenza quotidiana. Versatile, economica e ricca di proprietà benefiche, può giocare in ogni momento un ruolo fondamentale. Figlia dell’omonima pianta erbacea, è una radice dalle mille virtù, reperibile tutto l’anno. La più diffusa è di colore arancione, ma si può trovare anche nell’antica varietà viola, gialla o bianca. Possiamo considerarla a tutti gli effetti un cibo light, dal momento che 100 grammi contengono circa 40 calorie. È costituita principalmente da acqua (più del 90%), con una composizione che vede prevalere i carboidrati (7,6 g su 100 g) e le proteine (1,1 g su 100 g). La quantità di grassi è davvero trascurabile: solo 0,2 g su 100 g.

Ma non finisce qui, perché la carota è una fonte preziosa di beta-carotene: un composto organico dal potere antiossidante che prende nome proprio da questo ortaggio, e che contribuisce alla sua tipica pigmentazione; viene convertito dal nostro organismo in vitamina A, svolgendo un’importante funzione protettiva della pelle e della vista. Facilmente digeribile, la radice arancione è perfetta pure per gli sportivi, poiché è ricca di sali minerali, in particolare di potassio (ben 220 mg su 100 g), ma anche di magnesio, calcio e fosforo.
Cruda o cotta, da sola o in compagnia, si presta a essere rielaborata in ricette dolci o salate. Ne siamo sicuri: d’ora in poi guarderete la carota con occhi diversi. Ecco allora 7 idee facili per usarla in cucina.

Getty Images

1. Carote in pinzimonio: uno snack sano e leggero
Consumata cruda, come tutti i vegetali, la carota ha il vantaggio di conservare inalterate le sue proprietà organolettiche. Se state seguendo un regime dietetico ipocalorico, inoltre, può rappresentare uno snack perfetto per smorzare la fame, capace di donare un immediato senso di sazietà. Qualche idea alternativa per mangiarla cruda? Potete pelarla, tagliarla a stick e intingerla in pinzimonio, con olio extravergine d’oliva, sale e pepe, oppure in un hummus di ceci. Se vi piacciono i sapori forti, invece, provatela nell’olio aromatizzato al peperoncino. Un classico, poi, è la julienne di carote: se non la mangiate subito, ricordatevi di bagnarla con del succo di limone per evitare che si ossidi.

Getty Images

2. Carpaccio di carote: un virtuosismo crudista
Cercate un antipasto facile, sfizioso e gustoso? Lo avete appena trovato. Il carpaccio di carote mette d’accordo proprio tutti, dai vegetariani ai crudisti. Per prepararlo, basta tagliare in maniera molto sottile le carote (per questa operazione vi consigliamo l’uso di un’affettatrice), in modo da ottenere delle “sfoglie” finissime. A questo punto, disponetele in una terrina capiente, creando degli strati di verdura che andrete a condire con una salsa a base di olio, sale, limone o, per un’alternativa più gustosa, aceto balsamico. Lasciate riposare il tutto per un’oretta prima di servire e il gioco è fatto: avete ottenuto una sorta di lasagnetta vegetariana, fresca e saporita. 

Getty Images

3. Crema di carote tiepida: una coccola colorata
Piace davvero a tutti, grandi e piccini. La crema di carote può rappresentare un primo piatto ideale per una cena leggera. Si può preparare in versione “purista”, utilizzando solo l’ortaggio arancione, ma è ottima anche la combinazione di carote e patate. Dopo aver pelato e lessato le verdure, passatele o frullatele servendovi di un mixer a immersione. Per una versione più liquida, potete aggiungere del brodo vegetale (che, ça va sans dire, si prepara con carote, zucchine, sedano e cipolle), mentre la variante più cremosa prevede, in ultimo, l’aggiunta della ricotta fresca. Condite la crema ottenuta con olio extravergine d’oliva a crudo, sale e pepe. Per un tocco aromatico, aggiungete delle spezie a piacere, dalla noce moscata al rosmarino: lascerà ogni palato soddisfatto.

Getty Images

4. Centrifugati total orange: un pieno di benessere
Sono un vero toccasana i centrifugati, e la carota non può che diventarne una grande protagonista. Per creare questi elisir ricchi di vitamine e sali minerali, potete sbizzarrirvi mixando a piacimento frutta e verdura. La combinazione mela, carota e zenzero è perfetta per prevenire i raffreddori di stagione; ma anche il mix a base di carota, limone, arance o clementine è l’ideale per fare il pieno di vitamina C e aiutare le difese immunitarie. Per un effetto depurativo, invece, potete centrifugare la carota con il sedano e aggiungere, a seconda dei gusti, mela o cetriolo. Per stimolare la produzione di melanina e favorire l’abbronzatura, infine, concentratevi sui vegetali gialli: centrifugate carota, melone e albicocca, oppure carota, pesca e peperone. Mai più senza. 

Getty Images

5. Polpette alle carote: un versatile secondo vegetariano
Sono davvero una soluzione pratica e veloce per utilizzare le nostre amate carote. Per prepararle, vi occorrono anche ceci e patate, ma potete divertirvi a mixare questi ingredienti di base con qualsiasi altra verdura sia a vostra disposizione. Come si preparano? Pelate le carote e le patate, quindi lessatele. Frullatele assieme ai ceci precedentemente cotti, aggiungendo sale, pepe, parmigiano grattugiato e uova (quanto basta, per legare il tutto). Lavorate con la forchetta, in modo da fare amalgamare bene il composto. A questo punto, potete divertirvi a creare le polpette delle dimensioni desiderate. Passatele nel pangrattato prima di infornare e, una volta cotte, servitele calde. Vi avvisiamo: andranno a ruba!

Getty Images

6. Carote gratinate: un piatto goloso e irresistibile
Un altro secondo rapido e indolore: ecco le carote gratinate, fedeli compagne di un pranzo o una cena veggie. Pelate e sbollentate le carote per qualche minuto, in modo da ammorbidirle. Nel frattempo, preparate un pangrattato sapido e profumato, frullando la mollica con erbe aromatiche quali prezzemolo o timo. Quando le carote saranno ammorbidite, tagliatele a rondelle e disponetele in una pirofila. A questo punto, spolverate con abbondante pangrattato e parmigiano, quindi infornate. Vi accorgerete che saranno pronte quando vedrete la caratteristica crosticina del gratin. L’acquolina è garantita.

Getty Images

7. Torta alle carote: un paradiso all’improvviso
Se amate preparare i dolci, eccone uno semplice, gustoso e colorato. Si tratta di una variante della classica torta paradiso. Per prepararla, lavorate 4 uova, 80 g di burro (per una versione più light, sostituitelo con dell’olio extravergine d’oliva), 200 g di farina e circa 100-150 g di zucchero, a seconda del grado di dolcezza che volete ottenere. A questo punto, pelate 4 carote, grattugiatele e lasciatele sgocciolare per bene. Aggiungetele all’impasto e, infine, unite il lievito per dolci. Mescolate il tutto e infornate a 180°C. Una volta cotta, lasciatela raffreddare e spolverate con dello zucchero a velo. Quindi? Non vi resta che servire la vostra torta di carote e prendervi tutti i (meritati) complimenti.

Credit immagine di copertina: Getty Images

Mariarosaria Bruno

Giornalista, ama la birra, il turchese e il mare.