Nastro rosa

Vivere sano con i cereali integrali: tutti i benefici

Scoprite le tante proprietà benefiche dei cereali integrali e guardate tutte le curiosità per un'alimentazione sana!

Real Time X AIRC
05 febbraio 2019

Il pane “nero”, che un tempo si trovava solo sulle tavole dei poveri che non potevano permettersi il più costoso pane bianco, torna oggi alla ribalta poiché numerosi studi scientifici hanno dimostrato i benefici dei cereali integrali. I cereali raffinati sono infatti più soffici e si conservano più a lungo di quelli integrali, ma sono privi di gran parte delle sostanze nutritive presenti nel chicco appena raccolto e macinato, completo di tutte le sue parti: crusca, germe ed endosperma (l’unica parte che rimane nei prodotti raffinati).

 

NON SOLO FIBRA

Quando si parla di cereali integrali non si può fare a meno di citare le fibre. Queste, oltre che nella frutta e nella verdura, sono presenti soprattutto nella crusca che ricopre il chicco dei cereali e sono quasi del tutto assenti nei prodotti raffinati. Consumare circa 30 grammi di fibre al giorno, come suggeriscono gli esperti, aiuta a mantenere in forma l’intestino e anche a prevenire il tumore del colon.

Le fibre aumentano la velocità del transito delle feci nell’intestino, migliorano la regolarità intestinale e hanno un effetto probiotico, cioè stimolano la crescita dei microorganismi benefici presenti nel colon. Grazie alle fibre, grassi e zuccheri vengono assimilati in misura inferiore e più lentamente e ciò si traduce in un minore aumento della glicemia dopo pranzo (molto importante soprattutto in caso di diabete) e anche in un aiuto per chi vuole perdere qualche chilo, visto che il senso di sazietà dura più a lungo. Infine, alcune fibre alimentari come il betaglucano sono anche in grado di abbassare il colesterolo cattivo (LDL) con grandi benefici per cuore e apparato circolatorio.

Crusca e germe contengono moltissime altre sostanze indispensabili per il benessere dell’organismo: antiossidanti, ferro, zinco, rame, magnesio, vitamine del gruppo B, vitamina E, fitonutrienti e grassi insaturi.

Unsplash

ATTENTI ALL’ETICHETTA

Anche quando si acquista un prodotto integrale bisogna leggere attentamente l’etichetta. Per esempio è bene fare attenzione agli zuccheri e ai grassi aggiunti: si trovano spesso accoppiati alle farine integrali nei prodotti da forno per rendere più gradevole il sapore e più morbido il prodotto che diventa però meno sano e a volte più calorico. Attenzione anche ai prodotti “camuffati” da integrali: un pane preparato con farina raffinata e successiva aggiunta di crusca non è certo confrontabile con uno preparato con farina integrale.

Getty Images

LA RICETTA: MUFFIN ALLE CAROTE

Arricchire la propria tavola di alimenti integrali non è difficile: basta sostituire gradualmente i prodotti raffinati con quelli integrali, mantenendo gli stessi condimenti e abbinamenti, ma facendo attenzione ai diversi tempi di cottura.

Ingredienti per 8  muffin 

400 g di carote

100 g di farina integrale

120 g di mandorle

125 g di noci

85 g di zucchero integrale (di canna)

150 g di ricotta magra

1 bustina di lievito

PREPARAZIONE

Tritate nel mixer le carote con lo zucchero.

Aggiungete le mandorle e le noci tritate.

Aggiungete la ricotta la farina e il lievito.

Tritate/mescolate il tutto.

Suddividete negli stampini (imburrati e infarinati).

Cuocete a 180°C per 20-25 minuti.

 

Per maggiori informazioni sulla ricerca, cura e prevenzione del cancro visitate AIRC 

RealTime

Stile impeccabile, sfide all'ultimo dolce e tante storie da raccontare: entrate a far parte del mondo Real Time! Siamo sul Canale 31 del DTT e 131 di Sky.