OROGEL

Gustose ricette per affrontare il freddo invernale con soluzioni squisite e nutrienti

Il piatto più indicato per combattere il gelo e il malumore da stagione fredda? La zuppa! Anche nella sua variante vellutata così come per il passato di verdura, ciò che va sotto l’etichetta di “soup” è da invitare spesso a pranzo e a cena. Ecco quattro ricette buonissime e benefiche, per trasformare la zuppa in un’alleata di bellezza e salute senza mai tralasciare il gusto

Camilla Sernagiotto

In collaborazione con Orogel

Il freddo non è solo una questione atmosferica: d’inverno il mood è tale che spesso il gelo ce lo portiamo innanzitutto dentro. Un po’ per l’esposizione al sole sensibilmente limitata rispetto alle stagioni calde, un po’ perché la temperatura esterna ci fa chiudere in noi stessi come in un bozzolo, fatto sta che l’umore invernale è spesso direttamente proporzionale ai maglioni che indossiamo: pesantissimo…

Un elisir che aiuterà a ritrovare se stessi sotto la coltre dei maglioni di lana (e con se stessi anche il buonumore) è la zuppa. Ebbene sì: il piatto numero uno della saggezza “formato nonna” è sempre l’antidoto quando fuori fa freddissimo. Ecco quattro ricette che renderanno la vostra zuppa un concentrato di benessere a tutti i livelli!  

01. ZUPPA RIBOLLITA CON PANE INTEGRALE E RICOTTA DI PECORA

La zuppa ribollita è il piatto tipico della tradizione contadina toscana, degna di un caldo focolare! È una minestra di pane unita a zuppa di fagioli, dunque una pietanza gustosa e nutriente grazie al suo ricco apporto nutrizionale, perfetta per affrontare il rigore invernale! Scegliete come verdure da bollire cavoli e fagioli bianchi, dopodiché aggiungete a piacimento chicche di stagione. Qualche fetta di pane integrale tostato spalmata con ricotta di pecora, un pizzico di sale e un filo d’olio extravergine saranno le perfette ciliegine sulla zuppa. Questa ricetta è l’ideale per scaldarsi e assicura all’organismo un nutrimento tale da combattere la stanchezza data dal regime climatico. Inoltre questo piatto idrata in profondità grazie all’acqua contenuta nelle verdure ed è un ottimo alleato per combattere la stipsi grazie alle fibre vegetali e all’olio extravergine d’oliva. Quindi una ricetta che si rivela anche un trucco di bellezza rinvigorente!

02. ZUPPA DI CASTAGNE E FUNGHI PORCINI CON POLENTA

Una zuppa particolarmente adatta a tonificare mente e corpo è quella che mette in tavola tutto il profumo del sottobosco: a base di castagne e funghi porcini. Per renderla ancora più invernale, accompagnatela con un po’ di polenta. Quella di tipo “taragna” (variante tipica della Valtellina in cui, oltre alla farina di mais, viene aggiunta anche la farina di grano saraceno) si sposa al bacio restituendo così un piatto delizioso da gustare sia in una baita innevata sia dovunque ci si voglia concedere un vero e proprio comfort food. La zuppa e la polenta, calde e nutrienti come sono, si dimostrano infatti un’accoppiata perfetta non solo per l’alimentazione del corpo ma anche della mente. E per chi ha in mente solo il corpo e si preoccupa innanzitutto della forma fisica (anche se la prova costume alle porte è quella di Carnevale), niente paura né tantomeno senso di colpa: la zuppa all’aroma di bosco unita alla polenta morbida darà una sferzata al metabolismo che in inverno rischia di andare in letargo! 

03. ZUPPA DI PATATE, ZUCCHINE, PISELLI E FAGIOLINI CON BOCCONCINI DI BRANZINO

Un’opzione gustosa e leggerissima che si presta a combattere il freddo senza appesantire troppo la digestione è la zuppa di verdure quali patate, zucchine, piselli, fagiolini, spinaci, carote, fagioli borlotti e sedano, da impiattare assieme a bocconcini di branzino e fiori di zucca. L’aggiunta finale di foglioline di menta e semi di chia darà un tocco squisitamente aromatico alla ricetta, profumandola delicatamente. Un’alternativa al branzino molto originale e altrettanto gustosa è la rana pescatrice, un pesce prelibato dalle carni magre che unisce quindi il light al delight. Tagliatela a pezzetti, cuoceteli e aggiungeteli alle verdure della zuppa, anche in questo caso senza rimpianti per la silhouette.

04. VELLUTATA DI ZUCCA E CAROTE CON POLPETTINE DI CECI

Se amate la delicatezza delle vellutate, non potrete che innamorarvi di quella a base di zucca e carote. Dolce in tutto, sia per le papille (gustative) sia per le pupille, questa vellutata unisce a un gusto finissimo anche una nuance cromatica altamente riposante. Per non parlare del contenuto di beta carotene! Non è solo una leggenda quella per cui le carote fanno bene alla vista: questa verdura, così come la zucca e in generale quasi tutti i vegetali dalla colorazione aranciata, contiene alte quantità di beta carotene, un precursore della vitamina A coinvolto nella trasformazione dei segnali luminosi in stimoli nervosi che il cervello umano usa appunto per vedere. E il beta carotene aiuta anche la pelle a proteggersi dai raggi UV, motivo per cui un consumo regolare di vellutata a base di zucca e carote aiuterebbe a preparare la pelle all’arrivo del sole primaverile. Per rendere questa vellutata più corposa, aggiungete polpettine di ceci unendovi una manciata di arachidi triturati. I ceci sono un cocktail benefico di vitamine e di altre sostanze fondamentali per il benessere. E gli arachidi? Anche la loro pagella ha ottimi voti! Insomma, una vellutata di zucca e carote con ceci e arachidi si rivela un’ottima alternativa alla costosissima crema anti-rughe che tenete sul comodino. Per un effetto davvero wow, usatele entrambe!

Credete davvero che sia tutto? Le varianti realizzabili sono davvero moltissime e Orogel è l’alleato perfetto per scoprirle tutte! Clicca qui per scaricare un gustosissimo ricettario con cui accendere la vostra tavola di allegria e benessere.

Camilla Sernagiotto

Giornalista, autrice, filologa e scrittrice. Ma il lavoro più bello rimane quello di mamma di due gemelli