TRA LE NUVOLE

Ambra, la hostess che twitta i suoi assurdi dialoghi con i passeggeri

Dal 2013 tiene un "diario virtuale” in cui raccoglie le conversazioni quasi surreali che avvengono in aeroporto, ora i migliori cinguettii sono stati raccolti in un libro

Anna Verrillo

Dal suo banco del check-in, all’aeroporto di Malpensa, Ambra Garavaglia, 29enne hostess di terra, ne ha viste e sentite davvero tante. Così tante, che ha deciso di raccontarle sul web: reclami, assurde richieste dei passeggeri, imprevisti e grottesche incomprensioni sono finite sul suo profilo twitter, in una sorta di "diario virtuale" che l’ha resa una vera celebrità sui social.

Web star per gioco
L’insolita avventura di Ambra è iniziata quasi per caso nel 2013. “Non è stata una cosa progettata, semplicemente ho sempre amato raccontare quello che mi capitava ogni giorno. Per intenderci, ho diari di scuola pieni di racconti delle mie giornate e messaggini vari che mi arrivavano e ricopiavo” racconta l’hostess. “Delle amiche mi hanno consigliato di iscrivermi a Twitter, e dopo aver capito come funzionava, ho iniziato a riportare le mie giornate lavorative e non. Era proprio una sorta di diario”. Un diario che, grazie a racconti esilaranti e al limite dell’assurdo, ha conquistato in men che non si dica migliaia di follower.

I dialoghi grotteschi con i passeggeri
D’altro canto gli aeroporti, crocevia di arrivi e partenze, incontri ed addii, rappresentano un fedele specchio della nostra società,  e la fretta, l’eccitazione per un viaggio o l’inesperienza, possono giocare brutti scherzi al banco d’imbarco. Ambra si trova quindi a dover "ingaggiare" battaglie verbali con i passeggeri per i motivi più disparati.

 Alcuni tweet, ad esempio, raccontano di persone decise a viaggiare con documenti sgualciti, scaduti o addirittura mancantiAltri, invece, sono dedicati ad imbarchi prioritari non proprio scontati“Posso imbarcarmi per primo? Ho un bambino.
Quanti anni ha?
17.
OK.”

L’incubo al check-in: i bagagli
Le situazioni più paradossali, ad ogni modo, sono legate ad un’altra questione particolarmente spinosa quando si parla di viaggi: i bagagli. “Ho visto trasportare (o cercare di farlo) qualsiasi cosa in 10 anni di lavoro. Lavandini, stufe, stendini, condizionatori, tavoli e sedie. Tutte cose che a me non verrebbero mai in mente di portare come bagaglio in aereo” ironizza Ambra. Ne è prova concreta un altro irriverente cinguettio pubblicato sul suo profilo.  

Dai tweet agli scaffali delle librerie
Gli scambi di battute tra la hostess e i passeggeri, con la loro semplicità ed immediatezza, non hanno solo regalato ad Ambra migliaia di follower sui social, ma le hanno permesso di realizzare un altro piccolo sogno.  I migliori ‘cinguettii’ sono stati infatti raccolti in un libro, pubblicato nel 2017 e intitolato emblematicamente C'è un problema al check-in... Sei tu.  

"L'idea del libro è stata di Alessandro Lesa (Trabassi), social media manager che ha visto la potenzialità dei miei tweet, quando io non ci credevo proprio. E assieme a Francesco Menghini del blog “Madre in Italy” abbiamo realizzato il libro, che è stato illustrato dalle bellissime vignette di Loris Cazzamali e ha una prefazione di Giovanni Vernia, di cui sono stata molto onorata” ha spiegato Ambra. E chissà che non arrivi presto un secondo volume. D’altro canto, a giudicare dai sempre più esilaranti tweet che continua a pubblicare, il materiale di certo non manca.

Credit immagine di copertina: Loris Cazzamali

RealTime

Stile impeccabile, sfide all'ultimo dolce e tante storie da raccontare: entrate a far parte del mondo Real Time! Siamo sul Canale 31 del DTT e 131 di Sky.