PREVENZIONE

Si tratta di un vizio dannoso e che mette a repentaglio la salute, sicuri di sapere tutto sul fumo?

Mettetevi alla prova con queste domande e scoprite l’impatto di questa cattiva abitudine sulla la vostra salute

Real Time X AIRC

Il primo studio che ha associato il fumo di sigaretta al tumore al polmone è iniziato nel 1948. Da allora sono passati tanti anni, eppure l’impatto di questa cattiva abitudine, purtroppo ancora molto diffusa, non è ancora chiaro. Tutti pensano di sapere quanto fumare sia dannoso, finché non si mettono alla prova.
 Volete provare anche voi? Per ogni quesito c’è una sola affermazione vera. Attenzione però: tra le affermazioni errate troverete moltissime false convinzioni ancora troppo diffuse.

1. TRA LE CAUSE DI MORTE CHE SI POTREBBERO EVITARE, NELLA NOSTRA SOCIETA', IL FUMO...

A è la seconda dopo gli incidenti stradali.
B riguarda solo gli uomini oltre i 50 anni.
C è la prima causa di morte evitabile.
D produce meno effetti dell'inquinamento.
E è responsabile della maggior parte delle morti per cancro.

La risposta esatta è la C, il fumo è la prima causa di morte evitabile, responsabile di un terzo delle morti per cancro e del 15 % circa di tutti i decessi che avvengono per qualunque causa.

2. IL FUMO DI SIGARETTA...

A è responsabile di nove tumori del polmone su dieci.-
B concorre con l'alcol a favorire i tumori al cavo orale e alla gola.
C aumenta di 10 volte il rischio di morire di enfisema, raddoppia quello di avere un ictus e aumenta da due a quattro volte quello di essere colpiti da un infarto.
D danneggia la circolazione del sangue al cervello e agli arti e può favorire la comparsa di una disfunzione erettile nell'uomo.
E  provoca tutte le conseguenze descritte nei punti precedenti, più altre.

La risposta esatta è la E, fumare comporta tutte le conseguenze sopra descritte.

3. COSA SI INALA CON IL FUMO DI SIGARETTA?

A oltre 4.000 sostanze chimiche, delle quali solo gli idrocarburi sono cancerogeni.
B almeno un'ottantina di sostanze cancerogene compreso il polonio radioattivo.
C solo tabacco e nicotina.
D anidride carbonica e monossido d'azoto e nessuna delle precedenti.

Risposta esatta: B, dal fumo di sigaretta si inalano almeno 80 sostanze cancerogene, compreso il polonio radioattivo.

4. COSA FARE SE NON SI RIESCE A SMETTERE?

A bisogna cercare l'aiuto del medico o di un centro specializzato.
B basta fumare meno di dieci sigarette al giorno e il rischio si annulla.
C per compensare l'aumento di rischio di cancro è sufficiente condurre una vita sana mangiare molta frutta e verdura o svolgere una regolare attività fisica.
D se si vive in una grande città si può pensare a un trasferimento in aree meno inquinate. 

A, se si vuole smettere di fumare e non si riesce è importante rivolgersi a un medico o centro specializzato.

5. SMETTERE DI FUMARE COSA COMPORTA?
Adà immediati vantaggi per il cuore e i polmoni, ma nel giro di qualche anno si riduce anche il rischio di tumore.
B fa sì che attività quotidiane possano essere svolte con meno affanno, si tornano a gustare l'aroma e il gusto dei cibi, le dita e i denti smettono di ingiallirsi.
C per chi consuma in media un pacchetto al giorno, smettere significa risparmiare in un anno più di 1400 euro.
D tutte le precedenti.
E
fa ingrassare almeno 20 chili.

La risposta esatta è la D, smettere comporta immediati benefici per il cuore e i polmoni, nel giro di qualche anno riduce il rischio di tumori e nel quotidiano permette alle normali attività di essere svolte senza affanno. Inoltre se si è abituati a fumare molto, smettere può comportare anche un risparmio economico.

Per maggiori informazioni sulla ricerca, cura e prevenzione del cancro visitate AIRC 

RealTime

Stile impeccabile, sfide all'ultimo dolce e tante storie da raccontare: entrate a far parte del mondo Real Time! Siamo sul Canale 31 del DTT e 131 di Sky.