Drama king

Teorie su base scientifica: dove c’è drama, c’è Calvin Harris

Calvin Harris è un dj da milioni di dollari, con altrettanti milioni di problemi di cuore che spiattella puntualmente sui social

Stefano Consiglio

Si fa un gran parlare di Taylor Swift, della sua vita sentimentale e di quanto quest’ultima sia molto spesso connessa alla sua musica (a volte addirittura si pensa che Tayor Swift si cerchi fidanzati famosi proprio per poterci scrivere poi delle canzoni). Ma nessuno si è mai soffermato a parlare di quanto anche Calvin Harris non scherzi, a proposito di mischiare musica e vita privata. Negli ultimi anni le vicende del dj scozzese più famoso del mondo hanno invaso Twitter e i siti di gossip a tal punto che, in alcune occasioni, persino lui si è accorto di avere esagerato e ha cancellato i suoi stessi post. A rendere la questione ancora più succulenta per gli amanti delle cronache rosa si aggiunge il fatto che anche Mr Harris si scelga sempre delle fidanzate non esattamente lontane dai riflettori. Ma andiamo con ordine: da poco Calvin ha compiuto 34 anni e, oltre ai suoi ragguardevoli traguardi artistici, vogliamo celebrare anche la sua intensa vita sentimentale che, negli ultimi anni, è stata sempre di dominio pubblico e spesso con una notevole dose di drama.

Nel 2013 ha una storia con la modella russa Anne Vyalistyna, nota anche come Anne V., che per 10 anni consecutivi ha posato nel numero speciale di Sports Illustrated dedicato ai costumi da bagno. Lei si era appena mollata con Adam Levine dei Maroon 5 e forse le serviva solo un po’ di tempo per riprendersi, visto che la storia con Calvin è finita dopo soli 3 mesi.

Di quello stesso anno è un altro presunto affair “mordi e fuggi”: quello con Ellie Goulding, con cui Calvin ha realizzato la canzone che tuttora ci perseguita nelle playlist dei centri commerciali e di alcune radio locali, I need your love. Nel video, i due si rotolavano felici a letto come amanti freschi di conoscenza.  Ma ancora prima che potessero essere definiti ufficialmente come una coppia, Calvin ha iniziato a uscire con Rita Ora, migliore amica di Ellie

Ed è stato proprio alla fine della sua relazione con l’attuale testimonial di Tezenis che Calvin ha fatto una delle sue mosse più clamorose, mollandola via Twitter. A oggi, nessuno sa cosa lo abbia spinto a scaricare la povera Rita a sua insaputa: certe fonti sostengono che gli fosse giunta voce che tra lei e Justin Bieber fosse nato del tenero durante un incontro di lavoro in studio. Altri sostengono che Rita fosse troppo sotto i riflettori per lui, desideroso di vivere la sua vita sentimentale con «un po’ più di privacy». Certo è che scrivere su Twitter «Io e Rita ci siamo lasciati e le auguro il meglio» senza nemmeno preoccuparsi di avvertirla prima non sembra un comportamento coerente con questo principio. Ma non basta: doveva proprio avercela con lei, perché le ha vietato di esibirsi ai Teen Choice Awards del 2014, dove avrebbe dovuto cantare la hit I will never let you down, scritta e prodotta da lui. Le prime avvisaglie dei problemi derivanti dal mischiare questioni di lavoro e affari di cuore erano proprio davanti ai suoi occhi (e anche di quelli del mondo) ma, come sappiamo, Calvin non ha imparato la lezione.

Archiviata Rita, Calvin conosce la modella Aarika Wolf, sul set del video della sua hit Blame. La storia dura più o meno 7 mesi, ed è il preludio alla ben più famosa unione con Taylor Swift. Calvin e Taylor si sono frequentati ufficialmente per circa un anno, ed erano pronti a fare progetti seri per il futuro (leggi: andare a vivere insieme e probabilmente anche sposarsi). E nonostante Taylor avesse già collezionato svariate love story con ragazzi famosi (Joe Jonas, Zac Efron ed Harry Styles, giusto per citarne qualcuno), solo con Calvin era stata così apertamente innamorata: forse perché prima di allora Instagram non era ancora un social così in voga? Probabilmente, anche perché la storia con Calvin è durata ben più di qualche mese – a differenza delle altre – arrivando a quota un anno e passa. 15 mesi di foto di gite romantiche, video di lui che fa da catsitter per i gatti di lei, cene ed eventi pieni di star… un compendio di romanticherie Social da Vip, insomma.  Poi però, è successo il fattaccio: poco dopo il loro primo anniversario, la storia finisce e Taylor si mette con Tom Hiddleston. E a questo punto, il mondo scopre anche un’altra cosa: che tra Calvin e Taylor qualcosa è rimasto in sospeso. 

A metà luglio del 2016, tramite un portavoce di Taylor, esce la notizia che This is What You Came For (hit di Calvin cantata da Rihanna le cui note, ahimè, risuonano ancora nella nostra memoria nonostante sia già passato più di un anno) è stata in realtà scritta dalla Swift. Calvin non la prende benissimo, anzi, fa proprio una scenata alla sua ex, a colpi di tweet. Nei suoi “cinguettii” (tutti cancellati da lui stesso dopo qualche giorno) gliene dice di ogni: ammette che sì, la canzone sarà anche stata scritta da Taylor, ma lui ha fatto «tutto il resto del lavoro». In un altro conguettio si definisce «ferito» dal fatto che lei e il suo team abbiano cercato di metterlo in cattiva luce quando era stata Taylor stessa a chiedere di firmare la canzone con uno pseudonimo. Lo sfogo termina con un ammonimento: «Se sei felice nella tua nuova relazione dovresti concentrarti su quello e non su come trovare il modo per distruggere il tuo ex ragazzo»”. E, infine: «Ok che sei appena tornata dalla tournée e forse cerchi qualcuno da seppellire come Katy, ma quel qualcuno non sono io.» In quest’ultimo sfogo, La Katy a cui si riferisce è chiaramente la Perry, ex amica e ora rivale di Taylor. Con la quale, tra l’altro, Calvin aveva già avuto uno scambio di frecciate - ovviamente su Twitter – nel 2011: causa del malanimo, la disdetta del dj sul palco del tour di Katy all’ultimo momento. 

Viene quasi da pensare che, in fondo, anche Calvin sia un po’ una Drama Queen, e che questo intrico di frecciate, sgarbi, rivendicazioni e bisticci a lui dopotutto non dispiaccia. Ma sarà davvero un drama genuino? Ci si sarà trovato invischiato “per caso”, vittima della spietata Macchina della Fama orchestrata da Taylor Swift e dal suo team? Oppure, in questo caso, Calvin e Taylor hanno trovato semplicemente un modo efficace per continuare a intasare il feed dei social dell’intero globo terraqueo e mantenere vivo l’interesse su di loro, spartendosi il campo?


Non sapremo mai la risposta, ma possiamo ipotizzarla: un anno dopo quei tweet, Calvin ammette di avere agito d’impulso ma, a sua discolpa, dice che Taylor «controllava i media» e lui «non ne sapeva niente». Al di là di alcune stilettate indirizzate a Taylor inserite a regola d’arte nei testi di alcune sue canzoni (Olé, scritta e prodotta insieme a John Newman e My Way) sembrava che, in fondo in fondo, tra i due la pace fosse fatta. Ma è bastato che lei iniziasse la promozione del suo ultimo album per riaccendere la miccia dello scontro. Il giorno stesso in cui Taylor è uscita con il video del suo singolo Look what you made me do, una canzone diretta a tutti i suoi rivali e detrattori e, secondo molti, semplicemente a chi non la pensa come lei, Calvin ha postato su Snapchat un selfie con un bicchiere pieno di un liquido molto simile al sangue. Un “lievissimo” rimando a un altro pezzo di Taylor, Bad Blood e, a detta di molti, un velato riferimento al fatto che forse di sangue ne scorrerà ancora molto, metaforicamente, tra i due. Non ci resta che aspettare il prossimo album di Calvin per scoprire come andrà a finire… tanto, volenti o nolenti, a meno che non chiudiamo in cassaforte il nostro smartphone e rinunciamo per sempre alla fruizione dell’internet, lo scopriremo (ahinoi) comunque. 

Credit immagine di copertina e illustrazione: 150UP

Stefano Consiglio

Vietargli la lettura di Eva3000 gli segnò l’infanzia.