Cuori infranti

La movie & series therapy da seguire dopo una rottura

Lasciarsi è dura, ma prendendo spunto da film e serie tv non convenzionali potrete riuscire a sopravvivere (quasi) indenni

Chiara Monateri

Negazione, rabbia, negoziazione, depressione, accettazione. Vi siete lasciati e forse siete ancora fermi a una di queste fasi, o magari siete già arrivati all’accettazione, eppure permane una vocina nel retro del vostro cervello che continua a chiedersi: «Perché»? Così, oltre alla tristezza per la vostra storia si unisce anche un senso di dilemma etico universale sul perché le cose non funzionano, cosa avete fatto di sbagliato, cos’è esattamente andato storto, e dove si va ora, partendo da qui. 

Durante o dopo queste cinque fasi potete provare ad indulgere verso voi stessi includendo l’auto-rassicurazione: (quasi) nessuna storia va come doveva andare, ci sono sempre micro e macro problemi da risolvere, e c’è sempre, ma proprio sempre, da sorprendersi e da imparare. Non vi diremo che tutto d’ora in avanti sarà migliore e senza difetti, ma che si può progredire senza raccontarsi frottole e senza credere ciecamente alle storie alla Pretty Woman o Le pagine della nostra vita

L’amore resta periglioso, incasinato, costellato di incomprensioni, pieno di alti e bassi, ma bisogna pur sempre andarselo a riprendere. Quindi, non chiudetevi in camera ascoltando All by Myself, ma guardate questi film e serie che vi aiuteranno a cambiare prospettiva. [Spoiler alert: potreste trovare vaghi indizi su trame, snodi e finali].

Sleeping with other people
Film, 2015, regia di Leslye Headland con Jason Sudeikis e Alison Brie
La lezione suprema sul fatto che l’amore è cieco, che colpisce anche se hai tutti i portoni sbarrati e che le persone – quando ciò accade –diventano versioni davvero imprevedibili, divertenti e autentiche di loro stesse. Questo film di Leslye Headland riuscirà a scuotervi dal blues della rottura con i suoi protagonisti cronicamente infedeli, che prendono acidi prima di andare alle feste di compleanno di bambini figli dei loro amici sposati (giù le maschere: sono momenti duri per chiunque, su cui spesso è meglio ironizzare). Sì, se non vi aspettate niente dall’amore, tutto può davvero sorprendervi. 


LOVE
Serie, Netflix 2016, di Judd Apatow e Lesley Arfin con Gillian Jacobs e Paul Rust
Di base le nostre vite sono tutte dei gran casini. Arriviamo a un certo punto in cui vantiamo un passato definito da avvenimenti e relazioni particolari, magari caratterizzate da comportamenti autolesionisti. Magari nascondiamo delle dipendenze che ci portiamo dietro da chissà quanto e la vita, anche se siamo giovani, sembra sempre un po’ la stessa cosa. Poi sai che c’è? Incontri qualcuno che neanche ti piace e affibbieresti alla tua coinquilina, però forse ti piace… maledetta tecnologia, vi mandate i messaggi, le relazioni sono un casino, ci rendiamo conto che non ne facciamo una giusta, eppure siamo lì, insieme, mentre sta succedendo tutto. 

The Lobster
Film, 2015, regia di Yorgos Lanthimos con Colin Farrell e Rachel Weisz
Sappiamo che siete tutti andati a letto la sera sognando di trovare l’amore della vostra vita, quello unico, irripetibile, che durerà per sempre. Sappiamo che l’avete cercato negli occhi di chi si trovava con voi nello stesso locale, che l’avete spesso presagito dai primi contatti con qualcuno che vi sembrava davvero speciale, ma poi si è rivelato un disastro (ingenui!). Ecco, la realtà è peggio. Perché se anche stanate l’estremo, non sostituibile, ineguagliabile amore della vostra vita, non avete idea di tutte le nefandezze e le difficoltà che dovrete affrontare. E nonostante affronterete tutto insieme, sarà comunque una bella gatta da pelare… giusto per rimanere in tema. 

Lovesick
Serie, Netflix 2014, di Tom Edge con Johnny Flynn, Antonia Thomas e Daniel Ings
La nostra vita amorosa, relazionale o come volete chiamarla, a un certo punto – se non si è una di quelle mosche bianche indissolubilmente accasate – comincia ad andare da sola col pilota automatico. Conoscete persone nuove in varie occasioni, dal matrimonio degli amici fino al cocktail bar, avete storie-storiette-cose occasionali, mandate messaggi carini oppure annoiati, a volte non rispondete nemmeno più se la cosa comincia a farsi strana, nebulosa e via discorrendo. Però magari un giorno scoprite che avete preso una malattia a trasmissione sessuale e boom: siete costretti, con la luce del wtf nei vostri occhi a fare un elenco impossibile di come siete arrivati lì, scoprendo cose davvero, ma davvero assurde su di voi. Anche su chi vorreste vicino. Sveglia! 

About a Boy
Film, 2002, regia di Chris e Paul Weitz con Hugh Grant, Nicholas Hoult, Toni Collette e Rachel Weisz
Abbiamo appena attraversato una rottura, ci sentiamo intirizziti, abbiamo imparato la lezione (che ci saremmo volentieri evitati) che il mondo non ci dà sempre quello che vogliamo, ma ora che lo sappiamo bene così, andremo avanti più freddi e blasé. Però, fermi tutti: nessun uomo è un’isola. Almeno non per sempre. Quindi magari chi lo sa, d’ora in avanti potreste essere la persona single più felice del pianeta, dedicarvi a voi stessi, fare ogni giorno solo quello che vi piace, comprarvi cose, dedicarvi a hobby o a un piacevolissimo nulla. La dura verità? I sentimenti vi troveranno sempre e comunque. Non sappiamo dirvi come e sotto quali spoglie, ma arriveranno, e – per quanto ora vogliate tramutarvi in un cuore di pietra – scoprirete che al momento giusto finirete sempre per diventare tutt’altro. 

Flaked
Serie, Netflix 2016-in corso, di Will Arnet e Mark Chappell con Will Arnett, David Sullivan e Ruth Kearney
Alcune storie sono storie-bomba. A orologeria. Avete premuto l’acceleratore con la persona che amavate, perché non potevate fare in nessun altro modo, perché voi siete fatti così. Siete dei romantici, finite per piacere un po’ a tutti, amate i flirt e cercate più esperienze piacevoli che impegni duraturi. E tra le esperienze piacevoli ci sono anche gli eccessi, i paradisi artificiali, mille modi per non vedere la realtà così com’è. Per divertirsi sempre un po’ di più. Eppure un modo per cambiare c’è, a volte lo intravedete e siete pure adorabilmente comici e maldestri quando cercate di trovarlo. Continuate a cercarlo, perché quello che si cerca, anche nel modo più assurdo possibile, potrebbe arrivare. 

Her
Film, 2013, regia di Spike Jonze con Joaquin Phoenix, Amy Adams, Rooney Mara e Scarlett Johansson
È capitato a tutti, di rivivere (a volte trioppo) con la mente nella nostra passata storia d’amore. Non importa quanto tempo passi, è come se per uno strano meccanismo di spietata fertilità, quella persona e i momenti insieme non smettessero mai di farsi vivi, costringendoci a mettere il presente al secondo posto, soffocato dal passato. Il nostro bisogno di qualcosa di forte è vivo, e se manca benzina al fuoco si può immaginare con tutti noi stessi l’esplosione: con qualcuno che non si incontrerà mai, creando giochi distopici nella nostra mente e nel nostro cuore. Ma non funziona, perché la vita è una sola e spesso quelle immaginate non portano davvero in nessuna direzione. 

Girls
Serie, HBO 2012-2017, di Lena Dunham con Lena Dunham, Allison Williams, Jemima Kirke e Zosia Mamet
Trovare un punto dove tutto si sbroglia, l’amore, le relazioni, i tentativi di un lavoro ideale o per lo meno piacevole è pressoché impossibile. In un momento di fatidica rivelazione ci si accorge che anche i genitori non possono essere un supporto alla nostra vita, anzi, ci rendiamo conto che siamo un po’ noi a prenderci cura di loro. Le nuove responsabilità si accumulano, la vita a volte sembra un enorme imbuto che ci risucchia e noi non capiamo più chi siamo. Gli amici ci sono, sì, ma possono essere a tratti anche delle cocenti delusioni. Eppure, sapete chi c’è alla fine? Ci siete voi, a imparare ogni giorno ad andare attraverso tutto ciò che accade: quando nessuno vi tende la mano potete concentrarvi su voi stessi, diventando più coscienti e forti e abbandonando finalmente l’idea di essere degli eterni stagisti in attesa di promozione. 

La guerra dei Roses
Film, 1989, regia di Danny DeVito con Kathleen Turner e Michael Dougla
Le pellicole assurde, catartiche, al limite del surreale, quelle che guardavano le mamme a tarda notte e noi non capivamo perché. Quando eravamo piccoli, la coppia di protagonisti che cercava di ammazzarsi a vicenda ci sembrava composta da due pazzoidi senza una ragione di vita plausibile. Perché non si dedicavano a qualcosa di ameno, ognuno per i fatti propri, dato che la rottura già li aveva piegati? Perché ci mostravano dei sentimenti così esagerati? Poi un giorno, tanti anni dopo, siamo passati davanti alla tv una domenica e c’era di nuovo quel film, e abbiamo capito che mostrava una spietata verità: Love wil tear us apart. Speriamo di non dedicarci mai al lancio ossessivo delle porcellane, ma ora sappiamo che significa sentirci così. 

Chiara Monateri

Si interessa di tutto. Intervista chiunque.