VOLTI

Gabriele Corsi

Il Cupido della televisione

Take Me Out

Attore, divulgatore scientifico, speaker radiofonico, moderno Cupido del piccolo schermo: basta non metterlo ai fornelli e Gabriele Corsi si presta a (quasi) tutto.

Classe 1971, il suo esordio sembra liberamente ispirato ad una commedia americana: una sera, durante un suo spettacolo teatrale, viene notato dalla produzione de Il Maresciallo Rocca ed entra così a far parte del cast della fortunatissima serie.

Tuttavia, nonostante gli sforzi, Gabriele non riesce a ripudiare del tutto la propria indole “zozzona” e insieme agli amici storici Furio Corsetti e Giorgio Daviddi (I Tre Zozzoni, appunto) sceglie la via della perdizione, dando vita al Trio Medusa.

«Quando dico che “va tutto incredibilmente bene” ci credo veramente, perché è il primo passo per fare in modo che le cose vadano bene per davvero!»

Le Iene, Quelli che il calcio, La Gaia Scienza, Parla con me… tante sono le conduzioni e le presenze televisive del trio comico – o, come amano definirsi, un trio di “dissimulatori di attività lavorative nel mondo dello spettacolo” – ma ciò che li rende indimenticabili è l’averci regalato il meglio del peggio di Vittorio Sgarbi.

Uno e trino, Gabriele Corsi svolazza da un progetto all’altro come una libellula: paladino degli innamorati di Take Me Out, adulto (beh, è un eufemismo!) padrone di casa di Piccoli Giganti, karateka di ironia di Ninja Warriors.

Difficile dargli torto, visto che la sua carriera è ricca di riconoscimenti: sei Oscar della Tv, il Premio Massimo Troisi, la Zanzara d’Oro a Forte dei Marmi per la satira politica, le Cuffie d’Oro per la radio.

La domanda da non fargli mai:
«Sei daaa Roma?»